Paolo Grassino | Torino, 1967

 

 

Paolo Grassino con le sue opere propone una riflessione sulle derive della società attuale, sospesa sul crinale tra naturale e artificiale, tra precarietà e mutazione.

Il suo lavoro è sopratutto una ricerca che recupera in pieno il senso della manualità: lavorando con gomma sintetica, legno, polistirolo e cera ma anche con tecniche più avanzate quali fusioni in alluminio o calchi in cemento, porta le sue opere scultoree ad un alto grado di spettacolarità. Tra le esposizioni di maggior prestigio la mostra personale al Museo d’Arte Contemporanea di Lissone (2015) e nel 2014 la partecipazione alla Biennale Fin Del Mundo in Argentina. Nel 2013 il Museo Pecci di Milano gli dedica una mostra personale e partecipa alla quarta edizione di Beaufort sulla costa del Belgio (2012). Nel 2011 presenta l’opera Madre, al MACRO di Roma e partecipa alla Quarta Biennale di Mosca. Dello stesso anno la partecipazione a mostre in musei pubblici internazionali come il Frost Art Museum di Miami e il Loft Project ETAGI di San Pietroburgo. Del 2010 è la mostra antologica al Castello di Rivalta (TO) mentre l’anno precedente partecipa alla mostra Essential Experience al museo RISO di Palermo (2009). Nel 2008 fondamentale la mostra personale in Francia al Museo di Saint-Etienne e nello stesso anno l’invito alla XV Quadriennale d’Arte a Roma. Del 2005 è la grande installazione Armilla sulla facciata della Fondazione Palazzo Bricherasio a Torino, mentre nel 2000 la GAM di Torino gli dedica una mostra personale.

Vive e lavora a Torino.

 

Paolo Grassino with his works offers a thought on the drift of the modern society, suspended on the edge between natural and artificial, precariousness and mutation.

His work is a research that regains the fullest sense of manual skill: working with synthetic rubber, wood, polystyrene and wax, but also with more innovative materials like cast aluminium or solid concrete, Grassino brings his work to a spectacular level. Among the most prestigious exhibitions is the solo show at Museo d'Arte Contemporanea, Lissone (2015) and in 2014 the participation in Biennal Fin del Mundo, Argentine. In 2013 Museo Pecci, Milan, hold his solo show, and he takes part in the 4th Edition of Beaufort on the coast of Belgium (2012). In 2011 he presents the work Madre to MACRO Museum, Rome, and participates to the 4th Moscow Biennale. In the same year Grassino takes part in exhibitions in museums and public spaces, among them: Frost Art Museum, Miami, and Loft Project ETAGI, Saint Petersburg. In 2010 Castello di Rivalta in Turin hosted an antological exhibition, while the previous year he participates in the exhibition Essential Experience, RISO - Palermo Museum of Contemporary Art (2009). In 2008, the solo show in France at the Museum of Saint-Etienne, and in the same year the invitation to the XV Quadriennale d'Arte in Rome. In 2005 he presents the environmental installation Armilla at Fondazione Palazzo Bricherasio in Turin, while in 2000 GAM, the Modern and Contemporary Art Gallery of Turin, hosted his solo show.

He lives and works in Turin.

 

CV

 

 

© 2018 - Galleria Anna Marra Srl